Emotional targeting

Quando parliamo del nostro personal brand dobbiamo prima di tutto avere chiaro quale obiettivo ci proponiamo di raggiungere e a chi rivolgerci, l’emotional targeting serve proprio a soddisfare questa seconda esigenza.

• Per quale motivo ci stiamo promuovendo?
• A chi vorremmo arrivasse il nostro messaggio, da chi desideriamo essere notati?

Spesso promuoviamo online la nostra attività o la nostra azienda senza effettuare un’analisi iniziale di questo tipo.

CONOSCERE IL PROPRIO PUBBLICO

Conoscere le persone cui ci rivolgiamo è uno degli elementi alla base del nostro personal branding, spesso invece si parte dalla fine, ossia dal promuoversi.
Anna Rachele Capolingua mi ha colpito nel marzo scorso durante un suo webinar in tema di emotional targeting, ossia la capacità di comprendere in modo empatico le emozioni del pubblico al quale ci rivolgiamo e non solo definire la nostra buyer persona attraverso l’identificazione oggettiva e un po’ asettica dei dati geografici, professionali, seniority o altro.

INTERCETTARE EMOZIONI, PAURE, BISOGNI

La promozione di noi stessi, come brand, parte dalla conoscenza profonda del nostro pubblico in relazione alle sue emozioni.

Per esempio il nostro potenziale cliente
• quali timori ha
• quali domande ci pone in modo ricorrente
• per quali motivi solitamente non acquista i nostri prodotti o servizi
• ha già avuto esperienze precedenti?

Le emozioni sono quindi l’elemento chiave da esaminare e denotano la scelta di porre le persone al centro della nostra strategia di comunicazione.
Scopriamo con l’articolo di Anna Rachele cosa significhi nella pratica identificare le emozioni della nostra buyer persona.

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

RASSEGNA DEL LAVORO

La voce di chi lavora

DI COSA PARLIAMO

Guida aggiornata al mondo del lavoro per HR manager, comunicatori d’impresa e tutti i professionisti che si vogliono aggiornare: rassegna stampa, comunicazione interna aziendale, personal branding e app a cura di influencer LinkedIn, formatori e consulenti: #rassegnalavoroit.

SEGUIAMOCI SUI SOCIAL

Archivio

Comunicazione interna

Archivio

Comunicazione

|

10 Maggio 2020

Filippo Poletti: Tempo di IoP: Intranet of People
Filippo Poletti: Tempo di IoP: Intranet of People

Tempo di IoP, tempo di intranet of people

Per ripartire ai tempi del coronavirus occorre mettere al centro le persone attraverso la comunicazione interna aziendale. È “tempo di IoP”, di comunicazione che parli alle persone e delle persone. È questa la chiave di lettura proposta nel libro Tempo di Iop: Intranet of people: scritto dal giornalista professionista e comunicatore Filippo Poletti, ex consigliere […]

Leggi di più

Team building

|

5 Maggio 2020

Comunicazione interna rassegnalavoro
Comunicazione interna rassegnalavoro

Corona, comunicazione contro la paura

Da venerdì 21 febbraio, data della notizia del primo paziente di coronavirus ricoverato all’ospedale di Codogno nel Lodigiano, c’è ancora più bisogno di comunicazione all’interno delle nostre aziende e delle nostre istituzioni. La nostra vita lavorativa è cambiata. Pensiamo alle raccomandazioni circa la prevenzione del Covid-19, presentate il 5 marzo dal professor Silvio Brusaferro alla […]

Leggi di più

Team building

|

7 Aprile 2020

empatia
empatia

365 giorni, più empatia più business

Chi si occupa di comunicazione esterna sa bene che mettere al centro le persone è una leva vincente. Un esempio è quello della campagna pubblicitaria promossa da Tim, che ha visto il coinvolgimento, in qualità di testimonial, di Francesco Musumeci, direttore del dipartimento cardiovascolare dell’azienda ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma. VINCE CHI METTE AL […]

Leggi di più