Lavoro , Smart working

|

3 Settembre 2021

Corriere della Sera

Lavoro in presenza 5 su 5? No, grazie. Lo dice un sondaggio in Usa

Ritorno a 5 giorni su 5 in presenza? Piuttosto un altro lavoro. È quanto emerge da una ricerca condotta dall’università di Chicago: 4 dipendenti su 10, negli Stati Uniti, pensano di cambiare azienda pur di mantenere il privilegio (e i risparmi conseguenti) di lavorare da casa. Questi numeri confermano – racconta Federico Cella sul Corriere – un recente sondaggio di Apple, secondo il quale il 90% dei dipendenti di Cupertino è contrario al nuovo sistema ibrido e oltre il 36% pensa, in caso di ritorno forzato, di lasciare la compagnia. Impensabile, dunque, tornare indietro (all’epoca del lavoro pre-covid). #NEWNORMALLIVE

APPROFONDISCI SUL CORRIERE DELLA SERA

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Lavoro , Smart working

|

31 Luglio 2021

LinkedIn

Giappone cambia rotta, 4 giorni di lavoro alla settimana

Il Giappone cambia rotta: le aziende lasceranno liberi i dipendenti di decidere se lavorare 4 o 5 giorni alla settimana, puntando a creare un migliore equilibrio tra impiego e vita privata. La novità – racconta Sky Tg24 – è presente nelle linee guida del Piano economico annuale e punta a migliorare il tasso di produttività (fornendo l’opportunità ai dipendenti di aggiornare le proprie competenze professionali) e a garantire maggior tempo libero da dedicare alla famiglia. Passo importante, non solo per il Giappone. #RASSEGNALAVOROIT

APPROFONDISCI SU LINKEDIN

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Lavoro , Smart working

|

25 Luglio 2021

LinkedIn

Islanda, 4 giorni di lavoro ma senza stipendio ridotto

Settimana lavorativa di 4 giorni (senza stipendio ridotto): successo travolgente per il test fatto in Islanda nell’arco di 5 anni e che ha coinvolto 2.500 professionisti. Aumento della produttività e dipendenti meno stressati, scrive la BBC ripresa da Massimiliano Jattoni Dall’Asén sul Corriere. E così, ora, l’86% della forza lavoro dell’isola è passata a praticare orari più brevi, mantenendo la stessa paga. Bella nuova normalità. #RASSEGNALAVOROIT

APPROFONDISCI SU LINKEDIN

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Smart working

|

24 Gennaio 2021

Bergamonews

Smart working anche nelle manifatture, l’esempio di Tenaris Dalmine

Lavoro da casa perimetrato per la salvaguardia della vita privata: «Abbiamo inserito il diritto alla disconnessione, perché crediamo che sia legittimo e giusto: alla fine dell’orario di lavoro il dipendente ha diritto alla disconnessione». Lo dice Paolo Benzi, HR director di Tenaris Italia, parte di Tenaris Dalmine, a colloquio con Elisabetta Olivari di Bergamonews: smart working per gli impiegati e tutte le figure per le qual è possibile nell’azienda manifatturiera che produce tubi di acciaio senza saldatura. E – aggiunge – «prestazioni basate sugli obiettivi. Questo aspetto facilita l’utilizzo e la buona applicazione del lavoro agile». Lavoro e vita privata, tandem perfetto quando il primo rispetta l’altra. #rassegnalavoroit

APPROFONDISCI SU BERGAMONEWS

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Smart working

|

20 Gennaio 2021

ING

Riunioni massimo 45 minuti (per il bene di tutti)

E se lo smart working fosse a misura di dipendente con riunioni online della durata di non più di 45 minuti? A consigliare ai quasi mille collaboratori la gestione sostenibile del tempo lavorativo è ING, la prima banca in Italia ad aver lanciato – spiegano il country manager Alessio Miranda e la responsabile HR Silvia Cassano sul portale aziendale – un modello di “smart working a super-flessibilità” (con diritto alla disconnessione in determinate fasce orarie, contributo economico mensile in welfare e rimborso per lo shopping da smart worker). Va bene il lavoro da remoto (come sottolinea Rosaria Amato su Repubblica), ma mai esagerare – questo è il consiglio valido per tutti, “popolo arancione” e non – con le riunioni: un tempo di calcio a meeting in rete è più che sufficiente. #rassegnalavoroit

APPROFONDISCI SU ING

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Smart working

|

11 Dicembre 2020

Corriere della Sera

Germania, 5 euro agli smart worker al giorno

5 euro per ogni giorno di smart working fino a un massimo di 100 giorni all’anno. È l’accordo trovato in Germania per compensare il disagio dei lavoratori costretti a sacrificare spazi privati della propria abitazione per lavorare. Ne parla Giuliana Ferraino sul Corriere della Sera alla luce delle anticipazioni del Frankfurter Allgemeine Zeitung. I dettagli si sapranno nei prossimi giorni. Le anticipazioni, tuttavia, fanno intravedere un nuovo approcio al lavoro a distanza. #rassegnalavoro

APPROFONDISCI SUL CORRIERE DELLA SERA

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Lavoro , Smart working , Social media

|

8 Dicembre 2020

LinkedIn

Empatia online, la spiegano Logitech e CBRE a New Normal Live

Come si fa a essere empatici nelle videocall ai tempi del lavoro a distanza? Scopriamolo giovedì 10 dicembre con l’aiuto della psicologia, dell’architettura e della tecnologia. Ospiti di New Normal Live, dalle ore 18, Elisabetta Cardolini Rizzo di Logitech e l’architetto Alberto Cominelli di CBRE Italia. A condurre il talk, come sempre, saranno Monica Bormetti e Filippo Poletti. Save the date! #NNL

APPROFONDISCI SU LINKEDIN

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Smart working

|

17 Ottobre 2020

Money

Smart working, stipendio aumentato per chi lavora in Olanda

L’Olanda si è mossa: stipendi aumentati di 363 euro all’anno come contributo alle spese sostenute per lo smart working (dalla luce all’investimento per la sedia e il tavolo). Ne parla Riccardo Lozzi su Money: secondo Nibud, l’osservatorio sul management dei Paesi Bassi, lavorando da casa si spendono almeno 2 euro al giorno. Moltiplicati per 250 giornate lavorative fanno annualmente una bella cifra. #rassegnalavoroit

APPROFONDISCI SUL SITO DI MONEY

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Smart working

|

13 Ottobre 2020

Tgcom24

200 euro a tutti gli smart worker a Santa Fiora in Toscana

E se uno dei borghi più belli d’Italia, a misura d’uomo e con banda ultralarga, ci desse fino a 200 euro al mese per trasferirci e fare smart working? Accade a Santa Fiora, in Toscana. Bando aperto per la copertura delle spese di affitto. «Ci proponiamo come smart working village: il lavoro da remoto può rappresentare il futuro, almeno per certe professioni, mettendo la persona nella condizione di operare al meglio per la propria azienda e di essere felice», spiega il sindaco e avvocato Federico Balocchi sul sito del Comune, ripreso dal Tgcom24. C’è tempo fino al 31 dicembre 2020 per dire di sì alla nuova vita smart in Toscana. #rassegnalavoroit

APPROFONDISCI SUL SITO DEL TGCOM24

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Smart working

|

24 Settembre 2020

Forbes

Smart working alle Barbados per un anno con il visto speciale

E se lo smart working fosse fatto dalle Barbados o dalle spiagge “caraibiche” italiane? Visto di 12 mesi alle Piccole Antille, ottenibile online: servono due fototessera, la prova di persone a carico, dichiarare di prevedere di guadagnare 55 mila dollari (42 mila euro) e pagare 2 mila dollari di tassa individuale (3 mila in caso di nucleo familiare). In cambio – spiega si legge su barbadoswelcomestamp, ripreso da Forbes – si riceverà il “12 month Barbados welcome stamp” o permesso. In un momento in cui il turismo soffre, l’idea del primo ministro Mia Amor Mottley non può che essere di spunto per l’Italia: non abbiamo anche noi tante mete paradisiache? #rassegnalavoroit

APPROFONDISCI SUL SITO DI FORBES

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Smart working

|

8 Settembre 2020

LinkedIn

C’è bisogno di un capo del lavoro da remoto in azienda

Capo del lavoro da remoto o “head of remote work” per la nostra azienda? A presentare questa figura è Darren Murph, “head of remote” a GitLab, la società informatica presso la quale tutti, dal 2011, lavorano a distanza. Tante le mansioni del “capo del lavoro da remoto” voluto da GitHub, Facebook, Quora e Twitter. Avanti tutta! #rassegnalavoroit

APPROFONDISCI SU LINKEDIN

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Smart working

|

1 Settembre 2020

Corriere.it

Un lavoratore su 3 in smart working all’Eni

È l’annuncio di una rivoluzione tra le grandi imprese: «In uno scenario post vaccino fino al 35% dei dipendenti, calcolati su un singolo giorno, potrà lavorare da remoto: dovremo arrivare a coinvolgere, complessivamente, 7 mila persone in Italia». Lo dice il direttore del personale di Eni, Claudio Granata, a Dario Di Vico sul supplemento L’Economia del Corriere della Sera. E ancora: 1) «Questa percentuale potrebbe crescere in futuro»; 2) «Lo smart working richiede di saper lavorare a matrice e, quindi, non basarsi sullo schema verticale assicurato dalla gerarchia»; 3) «La collaborazione in remoto è presenza ed è come abituarsi ai nuovo modelli di vita e di lavoro». La grande industria si è mossa (con lo strumento della negoziazione). #rassegnalavoroit

APPROFONDISCI SUL SITO DEL CORRIERE DELLA SERA

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

1 2 >>
cheap gucci belts gucci mens belts cheap tents buy cheap nfl jerseys cheap nfl jerseys discount nfl jerseys cheap nfl jerseys online cheap nfl jerseys for sale cheap nfl jerseys from china cheap youth nfl jerseys maillot de foot pas cher chine vente maillot de foot pas cher maillots foot pas cher cheap oakley sunglasses discount oakley sunglasses cheap rayban sunglasses discount oakley sunglasses replica gucci belt