Smart working

|

24 Maggio 2020

laRegione

Affitto pagato agli smart worker in Svizzera

Sentenza storica in Svizzera: sì allo smart working, ma con l’affitto della casa pagato dall’azienda. Lo ha stabilito il tribunale federale, dando ragione a un’impiegata zurighese nella sua richiesta di veder riconosciute le spese sostenute per lavorare da casa: indennizzo di 150 franchi al mese per lei, si legge sul portale laRegione che riprende la SonntagsZeitung.

APPROFONDISCI LA NOTIZIA SU LAREGIONE

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Smart working

|

17 Maggio 2020

Agenzia Aria

Lavoratori convinti: sempre smart working

E cambiamento (definitivo) sia. Cosa aspettano le aziende a farlo? Più del 94% dei nuovi smart worker chiede di proseguire a fare il lavoro da remoto. Per loro essere smart worker significa essere più efficienti e meno stressati. È il risultato della consultazione pubblica nell’era Covid lanciata da Aria, l’agenzia per la trasformazione digitale della Lombardia. Conclusione semplice: «La richiesta che emerge è un cambiamento di concezione del lavoro».

SCOPRI DI PIÙ SUL MONDO DEL LAVORO: NAVIGA SU RASSEGNALAVORO, LA VOCE DI CHI LAVORA

Smart working

|

14 Maggio 2020

la Repubblica

Twitter: smart working per sempre

A Twitter ci sono arrivati: smart working a tempo indeterminato, per sempre. L’ha annunciato il ceo di Twitter, Jack Dorsey, ai suoi dipendenti, scrive Jaime D’Alessandro su sito di Repubblica: mille dollari di investimenti per dotare i collaboratori di tutti gli strumenti necessari. Ben detto, ben fatto.